Non sono caramelle

images (1)

Ho visitato un bimbo di cinque mesi che ha effettuato già due cicli di antibiotici per infezioni respiratorie non
meglio definite. Senza febbre, senza una compromissione delle condizioni generali.
Non posso sapere se davvero sia stato davvero così necessario assumere questi farmaci a 3 e 4 mesi di vita. So bene che gli antibiotici sono farmaci salvavita, il loro uso va riservato alle infezioni batteriche, non frequenti nei primi anni. E che sono inutili in caso di raffreddore, febbre di tipo influenzale, bronchiolite, e la maggior parte delle otiti e delle tonsilliti, comprese quelle associate a febbre molto alta.

In questi casi gli antibiotici non curano l’infezione, non riducono i sintomi, non abbreviano il decorso, non servono a far star meglio il bambino, e non sono utili a prevenire le complicanze.
Quando si assume un farmaco si corre comunque il rischio degli effetti collaterali e delle reazioni avverse, che possono essere anche gravi. E’ noto che l’assunzione di antibiotici nel primo anno di vita è un fattore di rischio per lo sviluppo dell’asma e di allergie nei bambini. Quindi non vanno demonizzati, vanno usati solo in caso di reale necessità, e soprattutto non
devono essere scambiati per caramelle.

Condividi:
Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook