La Procura di Trani apre un’inchiesta sulla possibile connessione tra vaccino-e autismo.

071-Virus

La procura di Trani ha aperto un’inchiesta per accertare l’esistenza di un nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino anti morbillo, parotite e rosolia e reazioni avverse gravi, quali l’autismo o il diabete mellito.

 


L’indagine nasce dalla denuncia dei genitori di due bambini ai quali è stata diagnosticata una sindrome autistica ad insorgenza post vaccinale. L’ipotesi di reato su cui indaga il magistrato Michele Ruggiero è di lesioni colpose gravissime a carico di ignoti. I carabinieri del Nas hanno acquisito il piano nazionale vaccinazioni con il calendario delle vaccinazioni obbligatorie e facoltative per l’età evolutiva, indagheranno sulla composizione dei vaccini, sui loro produttori, e accerteranno l’esistenza, negli ultimi 5 anni, di casi di patologie autistiche insorte dopo la vaccinazione, anche in relazione alle sentenze di condanna da parte di tribunali che hanno già riconosciuto il nesso di causalità tra vaccini e patologie gravi.

Condividi:
Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on Google+Share on Facebook