Vaccinazioni: alla ricerca del rischio minore

img017

Non sono un antivaccinista. Non penso affatto che le vaccinazioni siano “il male assoluto”. Se le vaccinazioni fossero rimaste quelle di qualche anno fa, contro difterite, tetano e poliomielite, non mi sarei impegnato così tanto in queste riflessioni critiche. Sono vaccini che hanno avuto un senso, soprattutto in un momento storico in cui le condizioni igienico-sanitarie non erano quelle attuali, e la gravità di queste patologie è nota.

Vaccinazioni: alla ricerca del rischio minore. Perché ho vaccinato i miei figli e non i miei nipoti

Fare il medico significa mScreenHunter_138 Jun. 19 20.24aneggiare tutti i giorni qualcosa di estremamente prezioso che appartiene ad altri, la loro salute, avendo come interesse preciso quello di difenderla, o recuperarla, o migliorarla. E quando sbagli, ne devi dare ragione.
Ecco il punto: quando sbagli. Chi decide se sbagli o no?

Tre modi di giocare al pallone.

2124052

Gavino chiama il figlio Pasquale e dice: “Vai a cambiarti le scarpe, metti una tuta, oggi t’insegno a giocare al pallone”. Vanno in un campo dietro casa e il padre dice al figlio: “Prendi quei sassi, sono i pali della porta. Tu fai il portiere. Tu devi parare la palla che io ti lancio. Se non ci riesci, smettiamo subito perché devo lavorare”. Gavino inizia a tirare, ogni volta, naturalmente, fa gol. “Non ci riesci proprio, devi buttarti prima, devi anticipare il tiro, devi essere più veloce. Vai a raccogliere la palla. Sei un buono a nulla. Ti sei fatto male? Di che ti lamenti, non sei una femminuccia. Basta, smettiamo perché non sei proprio capace, non sei come me che alla tua età facevo certe partite…e vincevo sempre”